Ascoli Piceno, al via il progetto “La ginnastica a domicilio”

40

L’U.S. Acli,al tempo del Coronavirus, promuove l’attività fisica  a domicilio anche per bambini

ASCOLI PICENO  – L’Unione Sportiva Acli, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni e associazione di promozione sociale riconosciuta dalla Regione Marche, è da sempre impegnata in attività di promozione dell’attività fisica di cittadini di ogni età. Proprio per questo nel 2016 è stato tra l’altro stipulato un protocollo d’intesa con la Regione Marche per la diffusione dell’attività fisica nella popolazione, in applicazione del Piano regionale della prevenzione. Le varie ordinanze del Presidente del Consiglio dei ministri, del Presidente della Regione Marche e di numerosi sindaci, per fronteggiare il diffondersi dell’epidemia da Covid19, hanno precluso lo svolgimento dell’attività sportiva presso palestre ed impianti sportivi ed anche riguardo l’attività fisica che si può svolgere all’aperto sono state previste varie limitazioni.

Attraverso il progetto “La ginnastica a domicilio” viene data la possibilità ai cittadini, in un periodo particolarmente difficile, di fare attività fisica presso la propria abitazione. In primo luogo perché si offre un servizio gratuito e qualificato, in secondo perché si propone di utilizzare in maniera intelligente e salute il tanto tempo libero che si ha ora a disposizione, in terzo perché la sedentarietà in questo periodo è ovviamente aumentata e questo alla lunga rappresenta un danno per la salute dei cittadini. Il rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, denominato “Childoood Obesity Atlas”, ha evidenziato che quello dell’obesità infantile è uno dei principali e più trascurati problemi di sanità pubblica in tutto il mondo. Nel 2030 i bambini ed i ragazzi obesi saranno ben 254 milioni, con una crescita del 60% rispetto ai 150 milioni di oggi.

Anche in Italia i dati sono particolarmente allarmanti. Nel 2016 l’obesità infantile, che porta ad ammalarsi molto presto di patologie come il diabete di tipo 2, al rischio del cancro e di malattie metaboliche, colpiva il 20,5% dei bambini. Uno dei dati che contribuiscono a questa situazione è quello relativo alla mancanza di attività fisica regolare che coinvolge più del 90% degli adolescenti. Proprio per questo il progetto “La ginnastica a domicilio” ha previsto, ad esempio, video specifici di attività fisica per bambini (predisposto dal prof. Francesco Maggiore) ed una favola yoga (predisposta dall’insegnante Eugenia Brega). I video sono video disponibili sito www.usaclimarche.com, sul canale youtube Unione Sportiva Acli Marche e sulla pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.