Ascoli, parte l’avventura dei giovani selezionati per il Servizio Civile Universale

9

Alla Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani i giovani selezionati  si sono ritrovati ieri con l’assessore  Brugni

ASCOLI PICENO – Si sono ritrovati ieri mattina, alla Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani, i giovani selezionati per il Servizio Civile Universale. Il progetto “Giovani Attivi” prevede 4 posti all’Ufficio Urp del Comune di Ascoli Piceno, il progetto “Generazioni Vincenti” altri 24 nei Servizi sociali dei Comuni dell’Ambito territoriale Sociale XXII (Ascoli Piceno, Arquata del Tronto, Acqusanta Terme, Folignano, Maltignano, Montegallo, Palmiano, Roccafluvione, Venarotta): non saranno semplici volontari, ma veri e propri operatori che affiancheranno il personale comunale per svolgere attività e servizi. La durata è di 12 mesi, per un impegno di 25 ore a settimana e un assegno mensile pari a 444,30 euro. L’avvio ufficiale del servizio è stato ieri, mercoledì 25 maggio, e ora inizierà il percorso di formazione che, a partire dalle tematiche generali legate al volontariato, al terzo settore e alla difesa non armata della patria, si svilupperà in percorsi diversificati per ciascun progetto, legati alle attività svolte nel corso dell’anno.

L’assessore ai Servizi sociali, Massimiliano Brugni, ha voluto salutare e dare il benvenuto a questi giovani: “Quella del Servizio civile – ha detto l’assessore – è un’esperienza formativa molto importante che permette di entrare a contatto con la pubblica amministrazione, acquisire conoscenze ed esperienze, apportare un contributo. Siamo felici di avere questa ‘energia verde’ che sicuramente sarà d’aiuto alle attività dei vari uffici. A loro l’augurio che questo Servizio civile possa essere un momento di crescita e formazione, utile per il loro futuro”.

Si tratta di ragazzi e ragazze con storie ed esperienze diverse, di studio, di lavoro e di vita: per qualcuno di loro è il primo approccio al mondo del lavoro ma tutti sono accomunati dalla voglia di mettersi in gioco e dall’ambizione di trarre il massimo, in termini umani e professionali, dai prossimi mesi.