Villa’n’Roll, quinta edizione a Pesaro dal 6 all’8 agosto

Villa’n’Roll, quinta edizione a Pesaro dal 6 all'8 agostoPESARO – Tutto pronto per la V edizione del Villa’n’Roll, il festival del “traffico umano conurbano”, così come lo definiscono i ragazzi dell’Associazione Periferica che oramai da 5 anni lavorano per portare nel pesarese un appuntamento che sta acquistando un respiro internazionale: un festival di musica e di qualità.

Il Villa’n’Roll è dal 2013 una delle cinque stazioni di Indiepolitana, la rete dei festival che cerca di diffondere la musica indipendente nel centro Italia. Ultima tappa della rete, definito il festival più misterioso, vista la scarsità di informazioni finora veicolate, ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino a poche settimane fa, quando ha presentato una programmazione all’altezza delle aspettative.

Le edizioni passate, anch’esse assolutamente notevoli dal punto di vista della proposta musicale e culturale, non hanno fatto altro che dare ancor più sicurezza all’intero corpo organizzativo dell’Associazione che, oramai maturo, propone un festival con le migliori proposte indipendenti italiane ed internazionali (Peter Kernel, Camilla Sparksss, Matilde Davoli e Jozef van Wissem).

La grafica, fatta di corvi che scendono ad occupare gli arti di un albero giovane e in vita, vuole evocare l’arte in espansione e richiama la splendida location del festival immersa nel verde: Strada in Sala 254, in zona Villa Fastiggi, Pesaro.

Il 6, 7, 8 agosto, tra alberi di ogni fusto, vi aspetteranno tre palchi nei quali si alterneranno 24 gruppi. Palchi che portano i nomi di due partigiani, nonni collettivi di tutti i ragazzi dell’Associazione: Pompilio Fastiggi e Delivio Ceccolini. Dalle ore 20 di giovedì 6 agosto si rincorreranno:

PETER KERNEL (Canada-Svizzera); Go!Zilla (FI); Platonick Dive (LI); IL TRIANGOLO (VA); Camilla Sparksss (Canada); Three in one gentleman suit (MO); Matilde Davoli (Londra – LE); Wolther Goes Stranger (MO); Warias (VE); Ruggine (CN); Gouton Rouge (VA); CRTVTR (GE); Pueblo People (MI); IVY (FM); Orange LEM (PU); Le Sacerdotesse Dell’Isola del Piacere (PC); La Fine (CS); RAMI (MI); Anthony Laszlo (TO); The Hacienda (FI).

La novità di quest’anno saranno i “concerti per la buonanotte”. Su un terzo palco a raso tra la vegetazione, a partire dalle ore 1 di notte, si esibiranno in acustico artisti del calibro di Roberto Dellera (bassista degli Afterhours) e Jozef van Wissem (compositore ed esecutore della colonna sonora del film “Solo gli amanti sopravvivono” di Jim Jarmusch, anno 2013); mentre il 7 agosto, l’esordio di Blanket Fort (giovanissimo vincitore del contest per artisti emergenti di Indiepolitana), sarà seguito da chi un novellino non è: Soria, nuova anima emo-space rock dei compianti Sprinzi.

Mercartini ed autoproduzioni faranno da cornice al festival. Inevitabile la presenza di diverse etichette discografiche, in particolare: To Lose La Track, V4V, Stop Records e Sonatine Produzioni, ma anche Periferica Produzioni. Tre postazioni birra e due postazioni cocktails nonché l’area ristoro completeranno un quadro già fin troppo definito.

Il festival sta lavorando sodo per cercare di raggiungere l’impatto zero. Quest’anno, nell’intera area del festival, circoleranno solo bicchieri e stoviglie in materiale riusabile, riciclabile e biodegradabile.