Università Macerata: “Inclusive Museum” vince il progetto sul Museo della scuola

MACERATA – “Inclusive museum”, questo il nome del progetto vincitore della competizione promossa dal LUCI, il Laboratorio Umanistico per la Creatività e l’Innovazione dell’Università di Macerata; ad aggiudicarsi il premio è stato il progetto presentato da Chiara Ciurlanti, studentessa del istituto tecnico commerciale A. Gentili di Macerata, Roberta Frungillo, studentessa della magistrale in management dei beni culturali, e Lucia Paciaroni, dottoranda in Human Sciences.

Il loro progetto ha l’ambizioso obiettivo di aumentare l’accessibilità del museo della scuola “Paolo e Ornella Ricca” dell’Università di Macerata, nello specifico renderlo fruibile in modo autonomo alle persone con disabilità sensoriali, dopo che negli anni è stata facilitata la possibilità di accesso ai portatori di disabilità motoria con il progetto delle tre giovani si cercherà di rendere possibile anche ai non vedenti o non udenti una visita autonoma del museo, senza bisogno quindi di accompagnatori, un importante passo per il livellamento delle condizioni di vita dei portatori di disabilità nei confronti dei cosiddetti normodotati.

Prima delle presentazioni degli otto progetti sono intervenuti Claudio Ortenzi, pro Rettore dell’Università di Macerata e Francesca Spigarelli, docente e coordinatrice del LUCI, incaricati di aprire i lavori del Pitch Day nell’Aula blu del Polo didattico Pantaleoni. Il Pitch Day è stata una giornata ricca di idee e spunti interessanti, come dimostra lo stesso progetto vincitore, frutto del percorso formativo intrapreso nei mesi scorsi dagli allievi su tematiche come creatività, innovazione e autoimprenditorialità, incontrando professionisti ed esperti distintisi per la loro capacità di innovare nei settori di appartenenza.

Alle tre studentesse vincitrici del premio saranno aperte le porte di un corso di formazione in tecniche dello storytelling e la possibilità di instaurare una sinergia con CreaHUB, l’atelier di idee dell’università di Macerata per portare aventi e realizzare il loro progetto.