#Terreresilienti, la biblioteca Mozzi Borgetti ospita la scrittrice Simona Sparaco  

Simona Sparaco

MACERATA – Terzo appuntamento con #TerreResilienti, la serie di incontri organizzata dall’associazione L’Arca senza Noè, con il patrocinio del Comune di Macerata, che ha già visto in città la presenza di Chiara Gamberale e Susannna Tamaro.

Sabato 25 marzo, la sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti, alle ore 17.15, ospiterà infatti Simona Sparaco, finalista del Premio Strega 2013 con Nessuno sa di noi che, in occasione della presentazione del suo ultimo libro Sono cose da grandi, dialogherà sul tema Il pensiero materno con Paola Nicolini, docente di Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione all’Università di Macerata.

Simona Sparaco nel 2014 ha ricevuto il Premio Selezione Bancarella con Se chiudo gli occhi, romanzo ambientato alle pendici del Sibillini dove un padre e una figlia saranno ricondotti alla ricerca di un segreto custodito da anni.

“Questo terzo appuntamento ci rende orgogliose perché LʼArca senza Noè – intervengono le rappresentanti dell’associazione – inizia così una collaborazione con lʼUniversità di Macerata e in particolare con la docente Paola Nicolini, che si è subito dimostrata disponibile e interessata al percorso intrapreso. La sua presenza valorizza e impreziosisce la presentazione del libro di Simona Sparaco, che con questa veste può essere letto in ogni suo aspetto più profondo. Ne siamo molto felici perché Simona Sparaco è stata, dopo Chiara Gamberale, la prima persona che abbiamo contattato e che, ancora prima dellʼuscita del libro, ci aveva dato per certa la sua presenza, a sottolineare il legame speciale che la lega alle nostre terre e al significato di questo libro”.

Simona Sparaco e Paola Nicolini saranno protagoniste anche dell’incontro in programma domenica 26 marzo, alle ore 10.30 all’agrinido La Quercia della Memoria di San Ginesio, nell’ambito della rassegna della “Yurta Letteraria”  e discuteranno con i presenti su Le fatiche e la bellezza dellʼessere genitori. Al termine è previsto un aperitivo di saluto.

Gli incontri sono stati pensati e progettati in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici – Università di Macerata mentre l’iniziativa di domenica ha il patrocinio del Comune di San Ginesio.

A chi ne farà richiesta verrà rilasciato dall’Università degli Studi di Macerata un attestato di partecipazione. Solo per questo incontro, per i genitori che volessero usufruirne, è attivo un laboratorio per bambini. Eʼ richiesta la prenotazione (scrivere in privato o alla mail larcasenzanoe@gmail.com entro oggi).