Terremoto: Ceriscioli, “Nelle Marche morti 153 ovini e 34 bovini, non migliaia”

CeriscioliANCONA – “Ieri ho sentito dire che per l’emergenza neve e terremoto sono morti 2.000 animali, ma i numeri veri sono questi: sono andati persi 34 bovini, 153 ovini, 8 caprini, 2.500 avicoli”. I dati sono stati resi noti dal presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli (foto) nell’aula del consiglio regionale delle Marche a proposito della polemica sulla stalle.

“Già dall’inizio di dicembre erano disponibili spazi alternativi per circa 4.000 animali e come Regione abbiamo fornito 200 tonnellate di mangimi e foraggi”. Il governatore ha ricordato che con le nevicate del 2012 “morirono 6.000 animali”.

Sempre nella sua relazione sul terremoto e il maltempo, il governatore ha poi aggiunto: “A seguito della settimana di grande difficoltà seguita all’ultimo terremoto ho visto una serie di comunicazioni che non rappresentano in maniera corretta quanto è stato fatto dalle forze di Protezione civile, come se ci fosse una contrapposizione tra i vari corpi: Esercito contro Protezione e civile, vigili del fuoco contro qualcun altro e in mezzo Comuni, Province e regioni. La Protezione civile è un sistema, una grande macchina che coinvolge tutte le forze in campo”.