Sparatoria Macerata, il Rettore dell’Unimc: “Bisogna rimanere lucidi”

MACERATA – L’Università di Macerata mette a disposizione “competenze e sapere” per “riportare serenità e fiducia tra gli studenti e per far prevalere le ragioni del dialogo e della convivenza civile” dopo il raid xenofobo a colpi di pistola di Luca Traini per le vie del centro.

“Una vicenda allucinante”, dice all’ANSA il rettore Francesco Adornato, che ha scritto una lettera a studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Ateneo, invitando ad “essere lucidi”. Una vicenda “ottimamente affrontata e conclusa dalle forze dell’ordine”. Ma non basta: ora bisogna “riflettere e ricostruire la tranquillità dei giovani, di tutta la città”.

“Bisogna essere lucidi e freddi proprio e ancor più in questi momenti di tensione – insiste -. Nonostante la gravità dei fatti, che hanno provocato panico e lasceranno tracce profonde nella vita della città, occorre non farsi prendere dall’impeto. Mai come adesso bisognerà riflettere e ragionare profondamente”.