Sisma, pubblicata l’ordinanza sui contributi per le spese di trasloco

ANCONA – E’ stata pubblicata l’ordinanza 21 a del Commissario per la ricostruzione Vasco Errani che definisce le modalità per concedere ai cittadini residenti in edifici resi totalmente inagibili dai terremoti che dal 24 agosto hanno colpito l’Italia centrale i contributi per le spese di trasloco e deposito dei mobili e degli arredi.

In particolare, potranno usufruire del provvedimento “i proprietari di unità immobiliari utilizzate come abitazione principale, danneggiate o distrutte dal sisma (classificate con esito E)”. Così come i locatari, “conduttori, comodatari o assegnatari”, di abitazione principale resa inagibile dalle scosse sismiche.

Il contributo viene determinato in funzione “delle spese effettivamente sostenute e documentate per il trasloco e il deposito temporaneo dei mobili” e degli arredi, non oltre i “1.500 euro per ciascun nucleo familiare”.