Massimo Nunzi è il relatore dell’ottavo appuntamento de ‘Le arti si incontrano’

Massimo NunziSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica 6 dicembre Marche Centro d’Arte, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, presenta l’ottavo appuntamento di Le Arti si incontrano. Infatti presso Kabina Welcome di San Benedetto del Tronto (via Torino, 200), a partire dalle ore 17 si terrà un incontro dal titolo “Il talento”, durante il quale sarà proiettato il film ‘Let’s get lost’ diretto da Bruce Weber.

A seguire ci sarà una conferenza tenuta da Massimo Nunzi (foto), compositore e musicista. Curatore della serata sarà Fabio Ciminiera, conduttore radiofonico e televisivo, redattore e critico musicale. L’incontro si concluderà con l’Apericena che, oltre che un piacevole momento di convivio, potrà essere anche un momento di confronto con i relatori su questioni specifiche.

Kabina Welcome è più di un centro culturale, è più di un pub! Cultura, teatro, musica, gioco, sport. È un luogo dove incontrarsi e stare insieme. Collocata all’interno dell’Ex-Cabina Enel di Fosso dei Galli di Porto d’Ascoli, risalente agli anni ’30, vuole essere un luogo di condivisione del tempo libero, accogliente, socializzante e “competitivo” con i luoghi dello “sballo”. Kabina Welcome intende evidenziare, riconoscere e rafforzare il fondamentale ruolo della cultura in tutte le sue espressioni: il teatro, la musica, la danza, il gioco e lo sport, la letteratura e la poesia per la crescita integrale delle persone e lo sviluppo del territorio.

Per partecipare è necessaria la prenotazione, per info e prenotazioni basta chiamare il numero 348/3369040. La serata è l’ottavo appuntamento del progetto “Le arti si incontrano”, organizzato in collaborazione con la Scuola di Musica OverJazz School (che segue la parte riguardante la musica Jazz), con Galleria Marconi e con Teatro degli Aceti.

Nunzi affrontera’ uno degli argomenti più importanti nella storia dell’arte e, in particolare, della musica jazz: il Talento. Il suo racconto prende lo spunto dalla vicenda di uno dei più grandi talenti della storia del jazz, vale a dire il trombettista e cantante Chet Baker. Attraverso esempi e dimostrazioni pratiche, Nunzi avvicina il pubblico alla figura del musicista statunitense con cui, giovanissimo, ha avuto modo di collaborare. Parlare del talento di Chet Baker vuol dire esplorare l’immediatezza con cui entrava in contatto con l’animo espressivo degli altri musicisti e del mood dei brani, vuol dire ripercorrere le sue incisioni e le sue collaborazioni, la sua carriera statunitense e la sua permanenza sempre più costante in Europa e, in particolare, in Italia, le sue continue resurrezioni artistiche e le sue cadute.

‘Let’s get Lost’ è un film diretto dal regista e fotografo Bruce Weber. La storia del trombettista viene ripercorsa in un documentario dal linguaggio diretto, capace di descrivere in maniera eloquente il rapporto tra fama e talento, l’influenza della vita artistica sulla personalità. Weber, celebre fotografo di moda, disegna un ritratto appassionato, commovente, crudo e senza compromessi di Chet Baker: spezzoni di film, interviste ai suoi amici e alle ex mogli, esibizioni da vivo e soprattutto, il confronto aspro tra il giovane e bellissimo Chet e l’uomo rovinato da una vita vissuta in maniera estrema. Let’s get lost prende il titolo dal brano composto da Jimmy McHugh e Frank Loesser, registrato dal trombettista nel disco Chet Baker Sings and Plays with Bud Shank, Russ Freeman and Strings.