San Benedetto del Tronto, domenica 2 agosto apre il parco pubblico di zona Cerboni

Inaugurazione parco zona CerboniSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica 2 agosto, alle 18.30, è in programma la cerimonia inaugurale dell’area verde attrezzata di zona Cerboni. Più che una cerimonia, è volontà dell’Amministrazione promuovere un momento di festa e, a tal scopo, è stata chiesta la collaborazione della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova e del Comitato di quartiere per organizzare diverse iniziative: si andrà dalle esibizioni di mountain bike ai giochi per i bambini, dal momento conviviale alla musica.

L’area attrezzata, di circa 10.000 metri quadrati, fa parte di un più ampio complesso oggetto di donazione da parte della famiglia Rambelli e costituisce la porzione della proprietà più immediatamente accessibile dalla zona urbanizzata dell’ex fornace Cerboni. Nel 2010 furono realizzati lavori di messa in sicurezza e riqualificazione dello spazio verde sovrastante, un anfiteatro collinare molto suggestivo sia per la sua dislocazione su più livelli sia per il suo “affaccio” che consente una stupenda vista sul mare. Con una spesa di circa 150mila euro provenienti dall’Autorità di Bacino regionale furono sistemate le scarpate mediante l’utilizzo di tecniche di ingegneria naturalistica, regimentato il deflusso delle acque, realizzate staccionate lungo il perimetro esterno dell’anello sentieristico.

La parte che sarà inaugurata domenica invece è dotata di un’area ludica comprendente giochi inclusivi per disabili, un circuito ovale per divertirsi con le biciclette, percorsi pedonali, un circuito per mountain bike che si inerpica sulla collina della Croce e riscende a valle, un campo di calcio a cinque. Negli spazi a verde sono state piantumate oltre 50 essenze arboree ed arbustive e collocate circa 20 sedute destinate al relax ed alla conversazione.

L’intervento ha un valore complessivo di 120.000 euro provenienti in gran parte dagli oneri di urbanizzazione derivanti dalla realizzazione del fabbricato in piazza Kolbe che andrà ad ospitare la nuova sede del comando della Polizia Municipale, così come richiesto a suo tempo dal Comitato di quartiere di Sant’Antonio.

“Complessivamente – dichiara il sindaco Giovanni Gaspari – si tratta di un’area di quasi tre ettari di verde che restituiamo alla città con tutte le opere necessarie per una fruizione collettiva. Mi auguro che quanto prima si arrivi a costituire un’associazione di cittadini capace di prendersi cura dello spazio, un vero gioiellino per uno dei quartieri più popolati della città ma che sarà di San Benedetto tutta”.

Alla realizzazione dell’opera hanno lavorato i tecnici comunali Lanfranco Cameli, Sandro Palestini, Marco Collini e Alessandro Crescenzi, le ditte Piccioni costruzioni srl di Ascoli (opere murarie), Fe.Ma. 90 di Acquaviva Picena (impianti elettrici), vivai Campanelli di San Benedetto (verde), TLF srl di Chiusi della Verna (AR) e Piceno Verde srl di Spinetoli (giochi e attrezzature ludiche).