Recina Live 2015: dal 26 al 28 giugno a Macerata

Presentazione Recina Live 2015Presentato oggi il cartellone del festival: il programma completo

MACERATA (MC) – Quattro appuntamenti, tutti rigorosamente di qualità animeranno il teatro romano di Helvia Recina ogni sera dal 26 al 28 giugno. Tutto questo è Recina Live 2015, la proposta che il Comune di Macerata ha messo insieme grazie alla collaborazione di una serie di partner come l’Associazione Sferisterio l’Amat e Musicultura presentata quata mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa alla presenza del sindaco Romano Carancini, del direttore dell’organizzazione tecnico – artistica dell’Associazione Sferisterio, Luciano Messi, del direttore artistico di Musicultura, Piero Cesanelli e della fondatrice e regista dello Sperimentale Teatro A, Allì Caracciolo.

Queste le dichiarazioni del sindaco Romano Carancini:

“Il teatro romano di Villa Potenza è un luogo straordinario e unico per fare spettacolo e su questa convinzione l’Amministrazione comunale ha scelto ormai da tre anni di realizzarvi un festival compresa un’anteprima del Macerata Opera Festival. Abbiamo provato a fare un salto di qualità e fondere l’identità del luogo con la magia di spettacoli dal vivo il cui preziosismo è caratterizzato da proposte di altissimo livello che vivranno in uno scenario raccolto ma di grande suggestione. Recina Live è la conferma della vitalità della nostra città e del fatto che abbiamo seguito la strada giusta nell’approccio a fondere uno spettacolo che possa essere goduto da tutta la comunità. Il Comune in questo senso ha fortemente voluto integrare il teatro romano di Helvia Recina nel circuito delle sue iniziative considerandolo uno snodo importante nella politica culturale cittadina. Con Recina live continuiamo a valorizzare ancora di più un luogo antico amato da molti, riscoperto e riutilizzato come è giusto che sia per un teatro all’aperto significativo e di valore qual è il teatro romano di Villa Potenza”.

IL PROGRAMMA COMPLETO:

Il 26 giugno si inizia con un gustoso aperitivo della 51ma stagione lirica, la Festa dell’Opera. Andranno in scena arie e concertati tratti dalle opere in cartellone al Macerata Opera Festival – Rigoletto, Cavalleria Rusticana e Pagliacci, La Bohème – con cantanti e pianisti protagonisti della stagione lirica alle porte. A condurre la serata sarà il direttore artistico Francesco Micheli che guiderà gli spettatori lungo un viaggio operistico, intervallato dalle arie più famose che caratterizzano i titoli in programma. Il concerto è a ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria (massimo 4 posti a testa) presso la biglietteria. Il biglietto deve essere ritirato preventivamente. Info tel. 0733/230735, boxoffice@sferisterio.it.

Così Luciano Messi dell’Associazione Sferisterio:

“Apriamo una finestra sul lavoro che stiamo intraprendo in questi giorni sulla stagione lirica attraverso le prove degli artisti. Il teatro romano di Helvia Recina diventa non solo una risorsa dal punto di vista archeologico e noi siamo orgogliosi di essere di servizio a questo festival cresciuto molto nel giro di pochi anni”.

Il 27 giugno invece toccherà a Eros e thanatos una conferenza-spettacolo di Serena Sinigaglia compresa nel cartellone del TAU Teatri Antichi Riuniti, la rassegna regionale frutto del lavoro congiunto dei Comuni interessati, Regione, Amat e Soprintendenza. In Eros e thanatos la Sinigaglia partendo dai classici percorre fatti legati all’esperienza personale. “Amare parole scritte più di 2500 anni fa vuol dire viverle come fossero state scritte per te, oggi. Nelle parole dei classici – afferma la Sinigaglia – ritrovo la strada, esse mi indicano la via”. Biglietto 8 euro.

Il 28 giugno sarà la volta di Bruno Lauzi Questo Piccolo Grande Uomo, uno dei tre spettacoli che fanno parte della raccolta Ritratti di Musicultura che ha lo scopo di ridisegnare le figure di alcuni grandi artisti, non sempre apprezzati per il loro effettivo valore. Bruno Lauzi è sempre stato un personaggio inconsueto, definito da molti suoi colleghi “un vero anticonformista”. Il cantautore ha lasciato pagine bellissime nel grande libro della storia della canzone popolare. Lo spettacolo illustra i vari aspetti dell’artista Lauzi: l’interprete, il cantautore e l’autore. Tutto ciò viene proposto in questa nuova produzione con sonorità attuali, senza alterare minimamente la struttura e l’atmosfera delle canzoni originali. La parte narrativa è affidata a due attori che raccontano la vita, i pensieri e le considerazioni dell’artista tratte dalla sua ultima pubblicazione Tanto domani mi sveglio. La parte musicale si avvale dell’Ensemble La Compagnia: nove elementi, musicisti ed interpreti che da sempre costituiscono lo Stabile Orchestrale delle produzioni di Musicultura: Adriano Taborro, chitarre violino mandolino; Paolo Galassi, basso mandolino; Andrea Casta, voce chitarra armonica; Riccardo Andrenacci, percussioni; Roberto Picchio, fisarmonica; voci: Valentina Guardabassi, Letizia Ciaccafava, Ezio Nannipieri; Piero Cesanelli; Piero Piccioni voce recitante; Fulvia Zampa, voce narrante. I brani che verranno eseguiti sono La casa nel parco, Se tu sapessi, Genova per noi, Vecchio paese, Giovedì speciale, L’appuntamento, Amore caro amore bello, Almeno tu nell’universo, Il poeta, L’aquila, Ritornerai, Una giornata al mare, On su onda, Piccolo uomo, E penso a te… Biglietto 8 euro, ridotto 5 euro.

“Siamo contenti di partecipare a questa programmazione – ha affermato Piero Cesanelli, patron di Musicultura – che si svolgferà all’Herlvia Recina di Villa Potenza e che è un teatro a tutti gli effetti”.

La conclusione di Recina Live è il 29 giugno con una affascinante Serata tra amici / concerto in tre movimenti di STA – Sperimentale Teatro A in occasione del 50° anniversario dalla nascita della compagnia. Tre Movimenti per un unico Concerto, “unità costituita dal percorso dove la vocalità umana e dello strumento – ha affermato la regista All’ Caracciolo – si declina in drammaturgie del silenzio: dal silenzio del vuoto al silenzio dell’urlo, a quello, pacato vibrante, dell’Incontro”. Il 1° Movimento (da Santa Giovanna La Pazza in Concerto) è affidato alla suggestiva voce di Maria Novella Gobbi e alle note musicali di Adriano Taborro al violino e Andrea Del Signore alle chitarre. Gastone Pietrucci, Maria Novella Gobbi, Roberto Picchio alla fisarmonica, Adriano Taborro e Marco Gigli alle chitarre danno vita al 2° Movimento (da Piange Piange Maria Povera Donna). Il concerto giunge al termine con il 3° Movimento: L’infinito desiderio di felicità impreziosito dai testi vocali di Allì Caracciolo e dalla chitarra a dodici corde di Marco Poeta.

INFO – L’inizio degli spettacoli è alle 21.15. Info: www.comune.macerata.it . Biglietteria dei Teatri, piazza Mazzini, 10, tel.- 0733/230735 (orario: lunedì – sabato 10 – 13/ 17 – 20, domenica 17 – 20).