Parte con il piede giusto il Terroir Marche Festival

MACERATA – E’ partita con il piede giusto la manifestazione Terroir Marche Festival, l’evento dedicato ai vini biologici all’interno di alcuni dei palazzi storici del centro di Macerata, con un buon afflusso di visitatori che hanno partecipato sia all’incontro con i produttori sia alle tre degustazioni guidate dedicate ai vini rossi del Conero, ai Pecorini del Piceno e ai vitigni minori con un originale abbinamento tra vini e opere d’arte.

Anche domani nelle sale degli Antichi Forni (dalle 11 alle 19) a disposizione degli appassionati ci sono in degustazione e vendita 150 etichette di 21 produttori marchigiani, francesi e tedeschi mentre per chi volesse approfondire ci sono due appuntamenti con le degustazioni guidate, alle ore 11 con i vini francesi della Borgogna, ospiti del gemellaggio di quest’anno e alle 15 con i Verdicchi di Jesi e di Matelica, entrambi nelle sale del Teatro della Società Filarmonica Drammatica.

La manifestazione è ideata e promossa dal Consorzio Terroir Marche che riunisce 16 aziende vitivinicole biologiche marchigiane, ed è organizzata in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Macerata, con il San Severino Blues Festival e con le aziende BF Imbottigliamento, Scatolificio Lucarini, Enovetro, Grafiche Federighi Etichette, Banca Carifermo, con il supporto tecnico dell’Associazione Italiana Sommelier Marche e con il patrocinio della Camera di Commercio di Macerata.

I possessori del biglietto del Festival o dei laboratori, potranno assaggiare le specialità alimentari dei Cuochi di Campagna e partecipare alle visite guidate gratuite ai luoghi più belli del centro storico di Macerata (punto di ritrovo alle 15,30 dalla Torre dell’Orologio di piazza della Libertà) e alla mostra fotografica dedicata a Mario Dondero ospitata a Palazzo Buonaccorsi.

IL PROGRAMMA

DOMENICA 21 MAGGIO, ore 11-20 | Antichi Forni Terroir Marche: banchi di assaggio

I LABORATORI DI TERROIR MARCHE | Teatro della Società Filarmonico Drammatica

DOMENICA 21 MAGGIO, ore 11

La Borgogna del sud nei vini degli Artisans-Vignerons guidata da Giampaolo Gravina

Oltre 200 km a sud di Chablis, quasi 100 a sud di Beaune, c’è una Borgogna che non ti aspetti: è il Mâconnais, la porzione più meridionale del vigneto borgognone. Qui è attiva già da qualche anno una cellula di vignaioli di talento, scrupolosi e combattivi come quelli di Terroir Marche. Giampaolo Gravina ce li presenta e ci guida alla scoperta dei loro vini.

DOMENICA 21 MAGGIO, ore 15  

Castelli di Jesi e Matelica: territori da bere tutti i giorni guidata da Alessio Pietrobattista

L’area del Verdicchio da qualche tempo è oramai stabilmente fra le zone più in voga se pensiamo a vini bianchi “importanti”. Ma la sua grandezza sta anche nella capacità di regalare vini dalla beva immediata, vini “quotidiani” e semplici che però sfidano naturalmente il tempo.