Parata di Montefalco 2018: tutti i risultati

Gruppo storico Sbandieratori e Musici città di Montefalco MONTEFALCO – Il Gruppo storico Sbandieratori e Musici città di Montefalco si è aggiudicato nella giornata di ieri il titolo di “Miglior Compagnia Storica Tradizionale d’Italia” nell’ambito della quarta edizione della Parata storica tradizionale degli Sbandieratori e dei Musici.

Si tratta di una delle manifestazioni più importanti a livello nazionale patrocinate della Lega italiana sbandieratori, nonché uno degli appuntamenti di maggior pregio e valore culturale promossi della Commissione Eventi della Lis. Rappresenta un’occasione di confronto in cui le varie associazioni possono presentare in un’unica piazza le proprie origini e tradizioni, con lo scopo di preservare le realtà socio-artistiche-culturali. Un’iniziativa di grande portata culturale che mira a ricordare e valorizzare il passato e al recupero del fascino storico ed artistico delle realtà di sbandieratori e musici del territorio italiano.

La Parata quest’anno si è svolta proprio a Montefalco, in provincia di Perugia, e il Gruppo locale, iscritto alla Lega dal 1997, si è occupato dell’organizzazione dell’evento.

Raduno della Nazionale Lis a Corinaldo

Altre quattro sono state le compagnie che si sono contese l’ambito titolo che ha visto sfidarsi circa duecento atleti: il Gruppo sbandieratori e musici città di Amelia (TR), Sbandieratrici e gruppo storico musicale città di Viterbo, l’associazione culturale “Il Pilastro” sbandieratori e musici città di Viterbo e gli Sbandieratori e musici “La Pandolfaccia” di Fano (PU).

La vincitrice ha totalizzato il punteggio più alto nella combinata nell’ambito della sfida che prevedeva diverse discipline:

Costumi storici e accessori (Montefalco), Strumenti musicali e Storicità della musica (Fano), Materiali e storicità delle bandiere (Amelia), Acrobazie (Amelia), Spettacolarità dell’esercizio (Montefalco), Corteggio storico (Amelia) e Rievocando (Viterbo).

Per le gare di Corteggio Storico e di Rievocando, al fianco della Giuria popolare, composta da autorità comunali della cittadina ospitante e da una rappresentanza dei gruppi iscritti, vi è stata una Giuria di qualità, composta da vere e proprie eccellenze del settore storico-artistico dell’Umbria: Stefania Menghini (per la sartoria); Ermanno Vignati (per la musica storica); Andrea Sciabordi (per la storia della bandiera) e Loretta Bonamente (per la coreografia).

«Esprimiamo un vivo ringraziamento alla Compagnia di Montefalco per l’eccellente gestione nella costruzione dell’evento – dichiara Annalisa Brizzi della Commissione Manifestazioni ed Eventi della Lis, che ha dato supporto all’organizzazione – e rinnoviamo l’invito a partecipare numerosi a questo stupendo spettacolo di piazza in cui non esistono campi di gara, ma ogni partecipante può esprimere la propria natura. La Parata storica – conclude – è la migliore espressione dell’arte della bandiera!».

La Parata storica segue il Raduno della Nazionale Lis a Corinaldo, in provincia di Ancona, svoltosi il 21 e 22 aprile all’interno della Festa dei Folli, organizzata dal Gruppo Storico “Combusta Revixi”, che ha riservato anche un momento dedicato ai più giovani con il Gala della Bandiera Under 18.

«Nella città in cui ha sede la nazionale – spiega la responsabile Katia Astesano, nonché presidente della Commissione eventi – ha avuto luogo il primo evento ufficiale che ha visto in piazza tutti e centouno atleti selezionati che compongono la nuova rosa di sbandieratori e musici che rappresentano l’Italia. Sbandieratori e musici provenienti da regioni e compagnie diverse hanno provato tutti insieme i nuovi pezzi e hanno sfilato con la nuova formazione al completo in vista delle prossime uscite».

Intanto, il prossimo appuntamento sportivo della Lega italiana sbandieratori in calendario è la VII edizione della Parata Nazionale Under 18 che si svolgerà in Puglia, a Lucera, in provincia di Foggia, dall’1 al 3 giugno. Vi prenderanno parte ben sedici compagnie e diverse centinaia di giovani atleti provenienti da numerose province italiane.