Maremoto Festival 2015, al via la nona edizione

MaremotoSAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna il Maremoto Festival, manifestazione dedicata alla musica e alle arti visive organizzata dalla cooperativa “O.per.O” con il patrocinio e il contributo dell’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto. Da giovedì 23 a domenica 26 luglio l’area ex galoppatoio in zona Porto per il nono anno consecutivo ospiterà i migliori artisti e gruppi del panorama musicale pop, rock, elettronico, indie, reggae, rap nazionale.

Come consuetudine la serata d’apertura sarà caratterizzata da un’impronta rock dinamica con un occhio di riguardo alla scena rock locale. Giovedì 23 luglio ci sarà il “Maremoto Implacabile”, evento organizzato in collaborazione con l’associazione “Implacabile – Giacomo Antonini”. Sul palco dell’ex galoppatoio saliranno La Sonda, I Superflui, Startrash, Rosafante ed InnerShine.

A loro il compito di animare il pubblico prima del concerto dei Giuda, band capitolina special guest della serata. Eventi collaterali saranno: “Scatti & Misfatti Rock”, una speciale rassegna di foto catturate durante concerti rock da giovani fotografi: Caterina Gili, Veronica Galosi, Fabrizio Bruselles, Alessandro Paddeu, Carlo Bragoni, Alexey Cherednik, Luca Cameli e Roberto Balestrini e in apertura “Aperitivo Maremosso” con videoproiezioni a cura di Brunch Cinema e happy hour.

Venerdì 24 luglio sarà la volta del “Maremoto indie – rock”. Band headliner della serata sarà il Management del dolore post–operatorio, gruppo post punk italiano originario di Lanciano guidato dal frontman Luca Romagnoli. Dal 2015 il gruppo è entrato far parte de “La Tempesta Dischi” e con la produzione artistica di Giulio Ragno Favero (de Il Teatro degli Orrori) ha realizzato l’album “I love you”. Ad aprire la serata saranno due band: i “Luminal”, gruppo musicale indie rock italiano formatosi a Roma nel 2005, che nel 2014 ha partecipato alla riedizione dell’album “Hai paura del buio?” degli Afterhours, e gli “Stan’s Law”, band vincitrice del concorso “Music Lab”, organizzato dal Centro Giovani Giacomo Antonini per una serata di rock puro e aggressivo.

Sabato 25 luglio si aprirà la serata con il fol-rock e si chiuderà con l’Hip Hop. Ghemon, classe 1982, originario di Avellino, è uno dei più talentuosi e apprezzati artisti hip hop italiani. Negli anni ha saputo rinnovare il suo personalissimo stile, caratterizzato da temi profondi e rime molto curate sotto l’aspetto lessicale, che fanno di lui un artista a metà tra un cantautore e un rapper: un caso quasi unico all’interno dello scenario rap tricolore. Francesco Di Bella, ex cantante dei 24 Grana, presenterà il suo nuovo progetto “Ballads Cafè” una rivisitazione dei brani storici della band napoletana e un nuovo repertorio folk rock.

Ad aprire la serata saranno i Tema per nona, una band marchigiana nata nel 2009. Il dj Ringo li pesca sulla Rete e li spinge a partecipare a “Sala Prove”, su Rock Tv. Negli ultimi due anni hanno suonato ininterrottamente aprendole esibizioni di Nobraino, Nicolò Carnesi, The Cyborgs e Marina Rei. Sempre sabato 25 luglio l’area ex galoppatoio ospiterà “Facce Da Radio”, casting live per selezionare giovani speaker che saranno poi inseriti nel palinsesto di Radio R9, partner del Maremoto Festival. Come consuetudine la serata conclusiva del Maremoto Festival sarà dedicata alle sonorità ska, reggae e soul. I Rainska, band ska-punk-rock di Teramo, apriranno le danze domenica 26 luglio prima dei tradizionali fuochi d’artificio della Festa della Madonna della Marina che si potranno essere visti dall’area ex galoppatoio adiacente al porto.

A sei anni di distanza del precedente album, tornano The Bluebeaters con un nuovo album, “Everybody Knows”, uscito ad aprile in contemporanea in tutta Europa, in Giappone e in Nord America. La band recupera gli stimoli iniziali che avevano fatto nascere la band tornando ad un suono più vintage e alla formazione originale a cui, dopo la separazione da Giuliano Palma, si è aggiunta l’ormai imprescindibile presenza di Pat Cosmo alla voce. In chiusura dj set fino a esaurimento scorte con “Polleggio” e “Muccigna”.

Anche la nona edizione del Maremoto Festival darà ampio spazio all’aspetto artistico. Grazie alla collaborazione con la giovane e tutta al femminile associazione culturale “UFO – Unidentified Female Organization” prima, durante e dopo i concerti si terranno esposizioni, writing, live performance e video installazioni che valorizzeranno il già ricco cartellone musicale. Ecco gli artisti: Ermes Daliv (video installazioni), Madafaka-Ca & Denise Pettinato (scrittura e pittura in parallelo), Tom Jasper Tom & Serena Scolaro (illustrazione e scrittura e presentazione di due libri con tavole stampate), Ottavia Pompei Lapeonia, Viola Ortenzi, Nooz, Ilaria Di Emidio, Giovanni Della Ceca, Martina Graziosi, William Kaine, Kevin Scauri, Valentina Vallorani (esposizione di illustrazioni, disegni, quadretti e serigrafie artigianali, dipinti su tela), Emanuele Califano Lidak (esposizione dipinti e live performance di caricature), Tiziano Amadio e Sonik Mi Di (esposizione tavole e live performance di writing) e Adriano Zeph (live performance writing).

Anche quest’anno, grazie alla convenzione con l’Ostello IPSIA gestito dall’associazione “SordaPicena”, si potrà soggiornare a San Benedetto nei giorni del Festival al prezzo di soli 20 euro al giorno. Per informazioni: ostellosbt@gmail.com, cellulare 345.1245920. Tutti i giorni dalle 19,30 ci sarà l’aperitivo “Maremosso” nell’area ristoro dove si potranno degustare birre artigianali e street food ascoltando le selezioni musicali dei dj’s del Maremoto e visitando il mercatino dell’artigianato. L’ingresso è gratuito.

Per informazioni: 333.5099339; www.maremotofestival.it; www.facebook.com/MaremotoFestival.