Macerata, ‘Pappa Fish’ nelle scuole per una sana alimentazione

Macerata, 'Pappa Fish' nelle scuole per una sana alimentazione
Macerata, ‘Pappa Fish’ nelle scuole per una sana alimentazione

MACERATA – Sono quasi duemila i bambini coinvolti nel progetto Pappa Fish, da alcuni anni entrato nelle scuole  comunali primarie e dell’infanzia di Macerata, promosso dall’assessorato alla Scuola del Comune di Macerata nell’ambito della campagna educativa alimentare della Regione Marche, Pappa fish – Mangia bene, cresci sano come un pesce.

“Le MenseVerdiBio del Comune di Macerata sono un’eccellenza di qualità, prodotti biologici e a kmzero che promuovono il territorio – afferma Stefania Monteverde assessore alla Scuola – Mangiare a scuola è uno strumento di educazione attraverso il cibo alla qualità, alla salute, alla diversità. Per questo l’introduzione a mensa del pesce azzurro dell’Adriatico significa educare alla conoscenza”.

Anche il sindaco Romano Carancini insieme ai bambini ha partecipato alla caccia al tesoro per imparare a conoscere i pesci dell’Adriatico e poi si è fermato a mensa dove ha apprezzato gli ottimi piatti preparati dai cuochi del comune.

Pappa Fish, finanziata con i fondi europei destinati allo sviluppo del settore ittico, ha lo scopo di introdurre il pesce fresco dell’Adriatico nelle mense scolastiche. Il pesce, infatti, è un alimento importante per la salute dei bambini, fonte preziosa di vitamine, proteine, sali minerali e Omega 3 che aiutano la concentrazione e soprattutto è reperibile in grande abbondanza e in tante varietà a chilometro zero nel mare Adriatico.

Obiettivo è quello di abituare pian piano i bambini al consumo di pesce attraverso progetti didattici, gioco, laboratori creativi e attività artistiche per far sì che possano avvicinarsi con più piacere e conoscenza a questo alimento. Nel progetto finanziato dalla Regione sono previste due azioni, una tecnica, ovvero le degustazioni di pesce fresco, ed una educativa che si fonda sulla formazione e sul coinvolgimento degli stessi alunni, del personale di cucina, dei genitori e degli insegnanti.