Macerata, autovelox fissi sulla Septempedana: respinti i ricorsi

Macerata, autovelox fissi sulla Septempedana: respinti i ricorsiMACERATA – Il Tribunale di Macerata, nella persona del giudice Luigi Reale, ha respinto una serie di ricorsi presentati da diversi automobilisti avverso il Comune di San Severino Marche per l’utilizzo degli Autovelox fissi lungo la S.P. 361 “Septempedana”.

Secondo i ricorrenti le apparecchiature, poste al Km 48+300 in direzione San Severino Marche – Macerata e al Km 59+220 in direzione San Severino Marche – Castelraimondo, sarebbero state mal segnalate. Il Tribunale, nella funzione di giudice di appello, ha fornito una interpretazione completamente diversa sottolineando il corretto comportamento della Polizia Locale e dell’Amministrazione comunale settempedana che, fin dall’installazione delle apparecchiature, si è sempre preoccupata di segnalare le stesse con cartelli ben visibili posti fin dalla distanza di un chilometro e mezzo dall’Autovelox e ripetuti ogni 400 metri circa. I cartelli avvertono chi si trova a transitare lungo i due tratti di strada, teatro in passato di ben undici incidenti mortali e di molti altri incidenti invalidanti, della presenza dei dispositivi per il controllo elettronico della velocità anche mediante sistemi luminosi ben visibili pure di notte.

Il giudice si è espresso anche sulla presenza degli agenti a presidio dell’apparecchiatura. Tale presenza, sempre secondo il Tribunale, non è obbligatoria né necessaria per la regolarità dell’accertamento trattandosi, nel caso di quella installata dal Comune di San Severino Marche, di apparecchiatura fissa omologata dal funzionamento completamente automatico che è stata posizionata su tratti di strada ove il Prefetto di Macerata ha autorizzato la possibilità di contestazione non immediata.

Il Tribunale ribadendo il corretto uso della strumentazione e il giustissimo operato posto in essere da Comune e Polizia Municipale ha dunque rigettato i ricorsi degli automobilisti condannando gli stessi a sostenere tutte le spese del giudizio.