Macerata, a ‘Recina Live 2015’ lo spettacolo “Bruno Lauzi, questo piccolo grande uomo”

Bruno LauziMACERATA – Domenica 28 giugno al via il terzo appuntamento di Recina Live 2015. Alle 21.15, nel Teatro Romano Helvia Recina, andrà in scena ‘Bruno Lauzi, questo piccolo grande uomo’, una proposta ideata e diretta da Piero Cesanelli con l’Ensemble musicale La Compagnia, promossa in collaborazione con Musicultura e il Comune di Macerata. Si tratta di uno dei tre spettacoli che fanno parte della raccolta Ritratti di Musicultura che ha lo scopo di ridisegnare le figure di alcuni grandi artisti, non sempre apprezzati per il loro effettivo valore.

Nel corso della serata verranno proposti alcuni tra i brani più noti scritti e interpretati dal celebre cantautore, tra cui ‘Amore caro amore bello’, ‘Almeno tu nell’universo’, ‘Una giornata al mare’, ‘Onda su onda’, ‘Piccolo uomo’, ‘E penso a te’ e molti altri. Tutto ciò presentato in una nuova produzione con sonorità attuali che non altera però la struttura e l’atmosfera delle canzoni originali. La parte narrativa è affidata a due attori che raccontano la vita, i pensieri e le considerazioni dell’artista tratte dalla sua ultima pubblicazione Tanto domani mi sveglio.

Bruno Lauzi è sempre stato un personaggio inconsueto, definito da molti suoi colleghi “un vero anticonformista”. Il cantautore ha lasciato pagine bellissime nel grande libro della storia della canzone popolare. Lo spettacolo illustra i vari aspetti dell’artista Lauzi: l’interprete, il cantautore e l’autore. Grandi artisti come Conte, Giorgio e Paolo, Battisti, Paoli hanno scritto appositamente per lui, per la sua voce. Come autore Lauzi ha firmato indimenticabili brani, soprattutto per voci femminili: Mia Martini, Ornella Vanoni, Mina, Marcella, Anna Identici, Pino Donaggio, i Nomadi. Come poi non ricordare le canzoni scritte e interpretate da lui stesso: ‘Ritornerai’, ‘Se tu sapessi’, ‘Il poeta’.

La parte musicale si avvale dell’Ensemble La Compagnia: nove elementi, tra musicisti ed interpreti, che da sempre costituiscono lo Stabile Orchestrale delle produzioni di Musicultura. Ne fanno parte Adriano Taborro alle chitarre, violino e mandolino; Paolo Galassi, al basso mandolino; Andrea Casta alla voce, chitarra e armonica; Riccardo Andrenacci alle percussioni; Roberto Picchio alla fisarmonica; Valentina Guardabassi, Letizia Ciaccafava, Ezio Nannipieri come voci; Piero Cesanelli agli arrangiamenti e come voce alla chitarra; Piero Piccioni, voce recitante e Fulvia Zampa voce narrante. I biglietti per assistere allo spettacolo, (costo 8 euro posti a sedere e 5 euro quelli in piedi) possono essere acquistati nella Biglietteria dei Teatri, in piazza Mazzini, 10 aperta da lunedì a sabato ore 10/13 e 17/20, domenica solo pomeriggio 17/20. Info al 347/7446960.