Aveva incassato un assegno per un funerale ma non era trasferibile, ingegnere multato

SENIGALLIA – Ha incassato dalla suocera un assegno per pagare il funerale della moglie senza accorgersi che mancava l’indicazione di non trasferibilità. Fatto costato caro a un ingegnere di Senigallia, multato dal Ministero dell’Economia e Finanze in base alle norme antiriciclaggio. La sanzione ammonta a 6.000 euro, somma superiore ai 5.000 euro trasferiti tra i due parenti.

L’assegno faceva parte di un vecchio carnet emesso prima che entrassero in vigore le norme antiriciclaggio. L’uomo si è rivolto all’Unione Nazionale Consumatori, rappresentata dagli avv. Corrado Canafoglia ed Elisa Pellegrini: “Abbiamo chiesto di annullare in via di autotutela il verbale”, ha detto l’avv. Canafoglia.

Nemmeno il cassiere della banca si è accorto della svista. Due mesi dopo la sorpresa: dal Mef arriva una pesante sanzione senza che vi sia stato alcun accertamento sull’importo esiguo trasferito tra due parenti, per pagare un funerale e di facile tracciabilità perché all’interno dello stesso gruppo bancario.