Fano, prorogata la mostra di Gesine Arps a Palazzo Bracci Pagani

Fano, prorogata la mostra di Gesine Arps a Palazzo Bracci PaganiFANO – La mostra personale d’arte contemporanea “Mirabilia” di Gesine Arps, inaugurata il 2 dicembre 2017 a Palazzo Bracci Pagani di Fano e la cui chiusura era prevista per sabato 13 gennaio 2018, rimarrà aperta anche i prossimi weekend fino a martedì 13 febbraio ad ingresso libero nelle sale espositive del Sistema Museale di Palazzo Bracci Pagani “Diana Art Gallery”.

La decisione, visto l’esito straordinario di critica e le alte presenze durante le settimane di mostra, è stata presa per consentire anche al grande pubblico che arriverà in città durante il Carnevale di Fano di non perdere un evento di così grande pregio che l’artista tedesca Gesine Arps dedica all’Italia “un Paese che abito e che mi abita da trent’anni” e con cui si presenta per la prima volta con una personale a Fano sua città d’adozione. “Mirabilia” rimarrà aperta tutti i weekend del Carnevale nei seguenti giorni e orari: sabato 27 e domenica 28 febbraio; sabato 3 e domenica 4 febbraio; sabato 10, domenica 11 e martedì 13 febbraio. Orari: sabato 17.00-19.30; domenica 10.00-19.30 17.00-19.30 e martedì 13 febbraio 17.00-19.30. Ingresso libero.

In caso di maltempo le date saranno rinviate in accordo con le date di rinvio delle manifestazioni carnevalesche.

L’esposizione, organizzata in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano e patrocinata dal Comune di Fano, è a cura di Nicola Micieli. Presenta oltre 50 opere dell’artista tra quadri, installazioni, sculture di piccole e grandi dimensioni.

Artista per eccellenza “visitata dai sogni”, Gesine Arps ha conquistato gallerie e collezionisti di tutto il mondo per i suoi grandi dipinti che richiamano le atmosfere di Chagall, Paul Klee e i Blaue Reiter. Gesine Arps con “Mirabilia” compie una tappa importante del suo instancabile viaggio reale e metaforico che Bianca Röhle nel 2009 ha così descritto con efficace sintesi: “Viaggia dalla preistoria alla storia biblica, alle culture del lontano Oriente, al Gotico, fino ad arrivare al presente a volo libero o con lo skateboard, in nave, astronave o in sogno”.