Fano: all’aeroporto il 3° Record femminile italiano di Grande Formazione in caduta libera

ParacadutistiFANO – La scuola di paracadutismo Asd Alimarche, con sede presso l’aeroporto fanese, in collaborazione con l’associazione Turbolenza, torna a richiamare l’attenzione degli appassionati della disciplina con il terzo tentativo di Record femminile italiano di Grande Formazione in caduta libera, che si terrà l’11 e 12 luglio, dall’alba al tramonto.

Per l’occasione stanno già arrivando da tutta Italia le atlete più preparate, tra le migliori a livello nazionale, che concluderanno nella giornata odierna i lanci di allenamento, che le hanno viste impegnate nei mesi scorsi sia a Fano che a Terni, per dedicarsi nel fine settimana alle prove ufficiali di record, monitorate da giudici appositamente sul posto per omologare e ufficializzare l’eventuale risultato. L’ASD Alimarche ha deciso di devolvere l’incasso di questa spettacolare giornata in rosa all’associazione Domo Mia di Fano che si occupa di supportare le famiglie monogenitoriali.

Il record attuale, ottenuto nel 2007 sui cieli di Molinella, a Bologna, fissa a 28 il numero delle paracadutiste che sono riuscite a formare un’unica grande formazione: questo praticamente ‘attaccandosi’ alle prime quattro atlete che escono insieme dall’aereo a costituire la base di riferimento. Tute con speciali maniglie per effettuare le prese su braccia e gambe delle compagne facilitano il compito, che prevede però attenzione negli avvicinamenti, precisione nel livello e stabilità nel mantenere la figura – simile a una rosa – per qualche secondo. Il tutto ovviamente ripreso da videoman, paracadutisti che seguono le atlete durante il lancio attrezzati per riprese foto e video.

Senza dubbio un’evoluzione molto scenografica e ben visibile anche da terra. Il nuovo tentativo dovrebbe portare a 30 il numero delle paracadutiste che andranno a formare la Grande Formazione, confermato questo obiettivo le stesse potranno sperimentare nuove figure sempre tutte insieme e in perfetta sincronia: un esperimento che rappresenterebbe un record inedito in Italia.

“Dopo 8 anni vogliamo tornare a colorare di rosa il cielo – spiega Maria Cristina Angelucci, organizzatrice del Record, atleta e Istruttrice di Paracadutismo – grazie al supporto tecnico di un allenatore di primo livello come Livio Piccolo, 10 volte Campione Italiano della disciplina, oggi presidente dell’associazione fanese Alimarche, cercheremo di migliorare il precedente record, con un nuovo risultato che sarebbe iscritto nelle classifiche internazionali di riferimento. Una sfida importante per un esito affatto scontato, anche perché dal 2007 ad oggi una buona parte delle atlete iscritte al record sono cambiate, ci sono molte paracadutiste, sicuramente tutte esperte, che si confrontano per la prima volta con un impegno di questo livello”.

Un’occasione per vedere all’opera una macchina del genere anche per gli spettatori che vorranno assistere da terra allo spettacolo, visitando la scuola di paracadutismo fanese che tiene particolarmente al legame con il territorio. Elenco delle partecipanti al 3° record femminile italiano di grande formazione:

Alessandra D’Annibale, Maria Cristina Angelucci, Carolina Benedini, Daniela Arrigoni, Serena Di Santo, Alessandra De Rango, Maddalena Chiaudrero, Eva Tusset, Francesca Tartaglia, Catia Caporalini, Elvira Nascimbeni, Valeria Ciliberti, Chiara Francucci, Michela Ciambella, Elena Piva, Elisa Monfardini, Noemi Zebi, Arianna De Benedetti, Simonetta Bardi, Lisa Bergamini, Elena Bernardini, Laura Fontanella, Erica Maviglia, Monica Sperduti, Roberta Mancino, Sabrina Bellagamba, Chiara Tortorella, Claudia Balestrazzi, Michela Raggetti e Vanna Bazzi.