Disposizione anticipata di trattamento o biotestamento, il cittadino può consegnarla anche allo Stato civile

Comune di Macerata logoMACERATA – Chi vuole mettere in pratica quanto previsto dalla nuova legge, la n.219 del 2 dicembre 2017 entrata in vigore lo scorso gennaio sul cosiddetto testamento biologico, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche (esclusivamente presso le strutture sanitarie) sulle conseguenze delle sue scelte, può indicare le proprie volontà con una dichiarazione anticipata di trattamento (DAT), rispetto ai trattamenti che vuole o non vuole gli siano somministrati nel caso in cui per una eventuale sopravvenuta incapacità non sia più in grado di prendere decisioni o non le possa esprimere chiaramente.

 Il disponente, che deve essere maggiorenne, può manifestare la DAT attraverso un atto pubblico notarile o una scrittura privata autenticata dal notaio.

 Nel caso in cui voglia esprimere le proprie volontà con scrittura privata semplice, questa deve essere precompilata e consegnata personalmente all’ufficio dello Stato civile del Comune di residenza, che la registra in un apposito elenco.

 Le DAT possono essere consegnate anche presso le strutture sanitarie, nelle Regioni che hanno istituito un proprio registro sanitario elettronico.

L’ufficio di Stato civile del Comune di Macerata è in viale Trieste, 24 e riceve dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 12,30. Per eventuali ulteriori informazioni e-mail statocivile@comune.macerata.it  tel. 0733.256262/265/426, www.comune.macerata.it.