Comunali: il M5S espugna Fabriano, Centrodestra vince a Civitanova Marche

Elezioni comunali

ANCONA – Clamorosa vittoria dei Cinque Stelle a Fabriano (Ancona), dove Gabriele Santarelli, 40 anni, tecnico per la progettazione del verde e assistente parlamentare della deputata Patrizia Terzoni, ha sconfitto al ballottaggio con il 60,2% (7.367 voti)  il favorito della vigilia, il candidato del Pd Giovanni Balducci, 57 anni, ex assessore uscente al Turismo, sostenuto da Insieme per Fabriano, una coalizione composta dai Democratici e dalle liste civiche Fabriano popolare, Rinascimento e Liberamente. Balducci ha avuto il 39,8% dei consensi, pari a 4.864 voti.

Al primo turno il candidato del Pd aveva conquistato 4.830 voti, pari al 34,92% e Santarelli 4.126 preferenze, il 29,83%. Nessuno dei due candidati aveva fatto apparentamenti ufficiali, ma Santarelli dovrebbe aver drenato i voti ottenuti dalla lista civica di sinistra Fabriano Progressista (15,4% al primo turno), e pescato anche nel bacino del centrodestra, che l’11 giugno si era presentato diviso.

Il nuovo sindaco di Civitanova Marche è Fabrizio Ciarapica, dipendente di un’azienda privata e candidato del centrodestra: con 9.408 voti e il 57,6% delle preferenze ha nettamente sconfitto il candidato del centrosinistra Tommaso Claudio Corvatta, che si è fermato al 42,4% (6.910 voti). Ciarapica era partito in vantaggio già dopo il primo turno, quando aveva ottenuto 6.655 voti e il 34,2%, contro le 6.329 preferenze (32,5%) di Tommaso Claudio Corvatta. Ciarapica è stato candidato dalle civiche Vince Civitanova, Noi con Ciarapica Sindaco, Obiettivo Civitanova e da Fi, Fdi-An, Lega nord. Corvatta era portato dal Pd, La Nuova Città, Futuro in Comune, Sinistra Unita Civitanova, Unione di Centro.