Ceriscioli al seminario informativo per i datori di lavoro delle forze armate: “Tutela per i lavoratori pubblici”

Ceriscioli forze dell'ordineANCONA – “L’attenzione per la sicurezza è un segnale positivo che le amministrazioni pubbliche devono lanciare nei confronti dei propri collaboratori. In rapporto alla popolazione, l’Italia ha meno dipendenti pubblici rispetto alle altre Nazioni. Siamo in meno a fare più cose; occorre, allora, alzare il livello di guardia per tutelare chi lavora nelle strutture dello Stato e degli Enti locali”.

Lo ha affermato il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, in apertura del seminario informativo riservato ai datori di lavoro (i responsabili della sicurezza individuati dalle amministrazioni) delle forze armate e della polizia. L’iniziativa è stata promossa dal Comando scuole della Marina militare e si è tenuta al Quartier generale di Ancona. È la prima, nel suo genere, che viene organizzata, contestualmente, a favore dei vari Corpi delle Forze armate e con la partecipazione di una Regione: “Un unicum in ambito nazionale”, ha sottolineato l’ammiraglio Salvatore Ruzittu.

L’incontro di Ancona è stato il primo promosso dal Gruppo di lavoro dei responsabili sicurezza militari delle Marche, al quale partecipa anche la Giunta regionale. La Scuola di formazione della pubblica amministrazione della Regione organizza un progetto formativo specifico per le forze armate, in collaborazione con l’Osservatorio Olympus dell’Università di Urbino. “Informare ed essere informati – ha ribadito il prefetto di Ancona, Raffaele Cannizzaro – è un’esigenza prioritaria per contrastare non solo gli infortuni nei luoghi di lavoro, ma anche le malattie professionali”. Le relazioni tecniche sono state svolte da Paolo Pascucci (Università di Urbino) e Balduino Simone (Osservatorio Olympus).