Basket, amatori da urlo: travolge Civitanova 87-70 e vola in Coppa Italia

CIVITANOVA MARCHE – L’Amatori Pescara supera nettamente la Virtus Basket Civitanova Marche, rafforza il secondo posto in classifica e di conseguenza si qualifica per la Final Eight di Coppa italia, in programma a marzo. Gli abruzzesi del presidente Carlo Di Fabio hanno condotto il match per 39 minuti  e hanno toccato anche il +27, prima che un ampio garbage time sistemasse il risultato sul punteggio di 87-70.  Una prestazione magnifica da parte del collettivo abruzzese, che ieri sera ha offerto un bellissimo spettacolo e si è tolto una grande soddisfazione, portando l’Amatori tra le otto regine che si contenderanno il trofeo. L’Amatori conosce già il nome della sua avversaria: sarà la Paffoni Omegna dell’ex Marcelo Dip.
Partita a senso unico, nonostante Civitanova, prima del match, tallonasse l’Amatori in classifica a soli due punti di distacco. Merito di una prestazione maiuscola da parte di tutti i biancorossi, con cinque uomini in doppia cifra e un dominio evidente sotto entrambi i canestri. Impossibile indicare un migliore in campo, in una delle partite più belle della stagione, sicuramente la migliore giocata davanti al pubblico di casa; 8 assist di Caverni, il 6/7 dal campo di Leonzio, 5 rimbalzi offensivi di Bini, 16 punti per Drigo Capitanelli, +26 di plus/minus con Masciarelli in campo, sempre più minuti in campo per un Grosso in continuo miglioramento fisico e per un D’Eustachio perfettamente inserito nelle rotazioni anche adesso che l’emergenza infortuni non è più in codice rosso.
Lo staff tecnico guidato da coach Rajola ha guidato i ragazzi verso il traguardo preparando al meglio una partita difficile e Capitanelli e compagni sono apparsi anche in ottima condizione atletica. Pescara si godrà qualche giorno di riposo prima di ritrovare immediatamente il giusto ritmo: il 7 gennaio, infatti, il 2018 della palla a spicchi si riaprirà con un big match contro la fortissima Bisceglie, una delle rivali più accreditate per insidiare quel secondo posto che l’Amatori vuole difendere a tutti i costi.
Coach Rajola sceglie il solito quintetto con Caverni Masciarelli, mentre Civitanova lancia dall’inizio Cassese. L’avvio della partita ha un solo leader: Ennio Leonzio, che realizza subito cinque punti e ispira ogni gioco offensivo dei suoi (8-4).  Civitanova mette il naso davanti sfruttando in contropiede un paio di palle perse degli avversari (10-11) ma è solo una parentesi: l’Amatori, infatti, a difesa schierata subisce pochissimo mentre nell’altra metà del campo crea una gran mole di gioco.
Con queste premesse, Capitanelli e compagni piazzano rapidamente un importante break di 11-0, bucando da ogni parte lo schieramento avversario. I marchigiani cercano di alzare il pressing negli ultimi due minuti del tempino, ma l’andazzo non cambia e il primo quarto si chiude 25-16.
Si riparte con Grosso D’Eustachio in campo assieme a Bini. La partita torna in equilibrio ad inizio secondo quarto, quando i canestri di Marinelli tengono a galla gli ospiti e anche il bomber Coviello comincia a trovare qualche buona soluzione (35-28). L’Amatori continua a costruire buoni giochi offensivi, ma spreca qualche buona opportunità sotto canestro. Per non rischiare di cadere nella frenesia dopo qualche azione poco fortunata, la panchina di casa chiama giustamente timeout. Come spesso è accaduto in questo girone di andata, quando gli attacchi dell’Amatori peccano un po’ di lucidità, la soluzione ha il nome di Michele Caverni: attacco al ferro, due assist, sfondamento subito e quattro punti di fila (41-32).  Quando Leonzio soffia la palla a Tessitore e ispira il canestro di Capitanelli, l’inerzia sembra nuovamente nelle tasche di Pescara (47-36). Caverni, per una volta, sbaglia un possesso, e stavolta è D’Eustachio a trasformarsi in Superman, fare un miracolo in difesa e lanciareDrigo alla schiacciatona che scrive il numero “50” sul tabellone e fa esplodere il Palaelettra. Il primo tempo si chiude così 52-37: Pescara è stata bravissima a non scomporsi quando gli avversari si sono riavvicinati a soli cinque punti di distanza.
Raffaele Rossi, l’allenatore di Civitanova, cerca nuove soluzioni nel terzo quarto, scegliendo un quintetto piccolo con l’energia di Cognini sull’esterno e con Riccardo Coviello da quattro. Questo schieramento, pressando a tutto campo, sporca un po’ gli attacchi dell’Amatori ma produce pochissimo a livello offensivo (due punti in quasi cinque minuti di gioco) e così l’Amatori, pur non segnando tantissimo, allunga ulteriormente,  controllando egregiamente la gara. Gli ospiti si complicano ulteriormente la vita con due falli tecnici e precipitano anche a -22, mentreMarinelli non si fa molti amici sotto le plance, con qualche contatto parecchio sopra le righe a danno di Bini Drigo. Proprio quest’ultimo viene espulso, poco dopo, per via di queste storie tese. Gli ospiti rintuzzano lo svantaggio dalla lunetta, finendo il tempino in svantaggio di quindici punti.
Se qualche piccolo calo di concentrazione aveva caratterizzato la fine del terzo quarto, l’Amatori approccia all’ultimo parziale come un rullo compressore nonostante debba fare a meno di un riferimento assoluto come DrigoCapitanelli domina e Leonzio Caverni segnano da ogni mattonella. In difesa, l’Amatori non sbaglia un cambio e continua a concedere pochissimo agli ospiti. Rientra Marinelli sul parquet, giusto in tempo per farsi fischiare la quinta sanzione con un fallo in attacco su LeonzioCaverni concede a Masciarelli la schiacciatona del +27. Pescara gestisce gli ultimi minuti con tranquillità, lanciando sul parquet anche Boscherini  Pagliaroli: anche loro possono scartare il bellissimo regalo di Natale di stasera, perchè l’Amatori ha chiuso il 2017 nel modo migliore.
Il presidente Carlo Di Fabio: “Prova di grande maturità, contro un avversario scorbutico e difficile. Bravi tutti, complimenti a Rajola e allo staff e complimenti a tutti i giocatori: mai come oggi, una vera vittoria di squadra. La partita ha avuto un solo padrone dal primo all’ultimo minuto. Faccio i miei migliori auguri a tutta la società e soprattutto ai nostri tifosi, che anche di sabato sera, nonostante gli impegni e le concomitanze sportive, hanno dato come al solito un contributo caloroso alla nostra vittoria“.
Coach Rajola: “Avevo chiesto grandissima attenzione: nessun possesso, oggi in particolare, doveva essere giocato con leggerezza. I ragazzi sono stati bravissimi in questo. Nello spogliatoio a metà partita ho detto ai ragazzi che, dopo aver azzannato l’avversario, dovevamo stringere la presa e non rilassarci e lo hanno fatto al meglio. Questa per noi era una partita importantissima perchè dopo tutti gli inconvenienti che abbiamo avuto, dopo le tre sconfitte casalinghe all’inizio, non abbiamo mai mollato, siamo cresciuti tanto e volevamo prenderci le soddisfazioni che oggi potevamo regalarci. Stiamo in crescita, stiamo recuperando Andrea Grosso, recupereremo anche Bedetti e saremo ancora più forti. Siamo arrivati anche a +30, mi dispiace solo che qualche ragazzo oggi non sia riuscito a fare il primo canestro in Serie B ma sono convinto che segneranno presto“.  Incalzato dall’Ufficio Stampa, l’allenatore dell’Amatori ha concesso anche qualche riflessione sull’andamento dei singoli: “Caverni è partito davvero forte, ha avuto una piccola flessione dopo l’infortunio perchè aveva perso un attimo il filo del gioco; appena ha recuperato la forma ha ricominciato a offrire prestazioni importanti perchè è un grandissimo giocatore. Voglio sottolineare anche la partita di Big Cap, voglio sottolineare le prestazioni di Leonzio e di Drigo, che hanno tirato la carretta nei periodi in cui eravamo più in difficoltà per le assenze e che anche stasera sono stati grandiosi; Ennio in particolare è cresciuto davvero tanto rispetto all’inizio. Matteo Bini sta dando continuità alle sue prestazioni nell’arco della partita  e sta ritrovando il suo killer instinct; D’Eustachio è in continuo miglioramento e Andrea Grosso sta ritrovando il feeling con il campo: lui teneva tantissimo a questa annata e ha avuto paura che un infortunio gliela togliesse, invece non è così, per me non è nemmeno al 70% e quando tornerà al massimo sarà ancora più decisivo; Masciarelli si sta inserendo sempre meglio e aspettiamo il rientro di Bedetti che per noi è un giocatore fondamentale“.
 
Amatori Pescara- Virtus Basket Civitanova Marche  87-70 (25-16; 52-37; 68-53)
Amatori Pescara: D’Eustachio 4, Grosso 4, Drigo 16, Bini 12, Caverni 12, Masciarelli 8, Capitanelli 16, Boscherini, Leonzio 15, Pagliaroli.
Allenatore: Stefano Rajola.
Tiri da due punti: 30/51 (59%); tiri da tre punti 5/23 (22%); tiri dal campo 35/74 (47%); tiri liberi 12/19 (63%);  rimbalzi 44.
Virtus Civitanova: Cognini 2, Cassese 9, Vallasciani ne, Andreani 6, Sbaffoni, Coviello 17, Milosavljevic, Felicioni 6, Amoroso 3, Tessitore 15, Marinelli 12.
Allenatore: Raffaelle Rossi.
Tiri da due punti: 16/41 (39%); tiri da tre punti: 5/21 (24%); tiri dal campo 21/62 (34%); tiri liberi 23/29 (79%),  rimbalzi 36.