Associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, in manette un 34enne

CarabinieriMACERATA – Nella tarda mattinata di oggi, 28 febbraio, presso lo scalo aereo di Falconara Marittima, i Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Macerata unitamente a quelli della Sezione di P.G. presso la locale Procura della Repubblica hanno arrestato un 34enne di origine albanese, catturando, colpito da ordinanza di custodia cautelare emessa ad aprile del 2014 dal Gip del Tribunale dell’Aquila e richiesta dalla Procura Distrettuale di quel Capoluogo, per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Il ricercato, già arrestato in precedenza per stupefacenti, è indagato nell’ambito dell’operazione denominata “Conventus”, condotta nel 2014 dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Chieti e che era consistita nell’esecuzione di numerosi provvedimenti restrittivi, alcuni dei quali avevano interessato anche la provincia di Macerata, oltre a quella di altre città marchigiane, dell’Abruzzo e della Puglia.

Il giovane, proveniente dallo scalo aereo albanese di Tirana, si è costituito a conclusione di attività info-operativa e pressante azione di convincimento rivolta verso il proprio avvocato difensore (del foro di Macerata), esercitata da parte dei militari del Reparto Operativo e della Sezione di P.G. maceratesi. L’arrestato – che era ricercato da 2 anni e mezzo – è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ancona, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Nella circostanza, gli investigatori del Comando Provinciale di Macerata hanno operato in collaborazione con personale dell’Ufficio Polizia di Frontiera presso lo scalo marittimo e aereo di Ancona. Il giovane arrestato faceva parte di un’associazione criminale costituita da soggetti di origine albanese, italiana, romena, spagnola e magrebina, dedita al traffico di stupefacenti, che riforniva di droga (proveniente dalla Spagna, Bolivia e Albania) l’intero territorio nazionale e, in particolare, le regioni Abruzzo, Marche e Puglia.