Approvate le modifiche al bando per il sostegno agli investimenti nelle aziende agricole

di Mauro Rutolo

Anna Casini

ANCONA – Sono state approvate dalla Giunta Regionale le modifiche al bando per il sostegno agli investimenti nelle aziende agricole che verrà emanato nei prossimi giorni.

Le modifiche, apportate dall’Assemblea legislativa marchigiana nel corso della seduta dello scorso 14 febbraio, sono state approvate anche dalla Commissione Europea, che si è favorevolmente espressa sul nuovo asseto del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) concepito in Regione.

Le modifiche apportate al Piano settennale 2014-2020 sono nate dal confronto delle istituzioni regionali con le parti sociali interessate dal bando stesso, come ad esempio quelle facenti parte del “Pacchetto Giovani” che, vista la forte risposta registrata su tutto il territorio, ha visto innalzare il tetto massimo finanziabile da 500mila a 750mila euro.

Il primo bando col nuovo piano del 2017 prevede una copertura finanziaria di circa 12,5 milioni di euro (cofinanziati dalla Regione Marche, dalla Comunità Europea e dallo Stato Italiano) per i richiedenti che saranno ritenuti idonei.

Secondo l’Assessore all’Agricoltura Anna Casini (foto), il nuovo Piano di Sviluppo Rurale nasce dall’esigenza di ricalibrare la ricaduta degli investimenti sul territorio, in modo da aumentare ancora la base capace di accedere ai finanziamenti, aumentando quindi i dati già importanti che parlano 307 milioni già impegnati, a fronte dei 538 stanziati per coprire tutti i sette anni del PSR, spalmati sui 53 bandi emanati finora che hanno fruttato circa 10.000 domande di finanziamento di cui 8.000 approvate.