Ancona, oltre 7.000 articoli non sicuri erano in vendita in un emporio cinese

ANCONA – La Guardia di Finanza di Ancona ha rinvenuto, all’interno di un emporio cinese del capoluogo dorico, e sequestrato oltre 7.000 prodotti privi dei requisiti di sicurezza imposti dal Codice del Consumo e 137 articoli con marchio contraffatto.

La merce – materiale elettrico, giocattoli e prodotti tessili – è risultata priva delle garanzie minime di sicurezza previste dalla normativa vigente a tutela dei consumatori: assenza della marchiatura “CE” e delle etichette su provenienza e composizione dei materiali utilizzati. Il responsabile del negozio è stato segnalato alla Procura della Repubblica, per il reato di vendita di prodotti contraffatti, e alla Camera di Commercio per gli illeciti amministrativi.

La Guardia di Finanza è costantemente impegnata nella prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione e del commercio dei prodotti insicuri, che provoca danni alle aziende produttrici che operano nel rispetto delle regole, e alle casse dell’erario con l’evasione dell’Iva e delle imposte dirette.