Ama Festival sabato 4 e domenica 5 luglio alla Cooperativa Ama Aquilone

Ama FestivalCASTEL DI LAMA – Da due anni ormai la festa che rappresenta il momento di riflessione e sintesi del lavoro di un intero anno della Cooperativa Ama-Aquilone è stata trasformata nell’Ama Festival. Ed è così che arriva la seconda edizione, con un festival che quest’anno ci racconta l’Uomo Nero.

Ci racconta il folle, l’immigrato, il diverso, l’ombra e la luce, la conoscenza e Ulisse, i sei gradi di separazione e “L’Uomo nero sono io”. Sabato 4 e domenica 5 luglio “Casa Ama” ospiterà lectiones magistrales, racconti e presentazioni, mostre, spettacoli e tanto altro ancora, in un viaggio onirico alla riscoperta della figura “mitologica” dell’Uomo nero.

Il titolo di questa edizione, dunque, è “Chi ha paura dell’Uomo nero?”. L’Ama Festival nasce dalla volontà di aprire le porte della Comunità Terapeutica alle persone e rientra all’interno di un percorso formativo, legato alla coscienza e all’etica comune. Il fine è l’integrazione. L’integrazione del “dentro” inteso come comunità terapeutica con il “fuori” in riferimento al mondo “normale”. Il festival nasce proprio con lo scopo di mettere in crisi il sistema di luoghi comuni che da sempre sott’intendono a queste due realtà.

Ospiti di sabato 4 luglio: Peppe Dell’Acqua, Gabriele Nissim, Wu ming 2 e Contradamerla, Claudio Widmann, Marco Cruciani, Alessandra Castellani, Aldo Nove, Orchestra di Piazza Vittorio.

Ospiti di domenica 5 luglio: Marco Vannini, Diego Fusaro, Marco Pesatori, Nicolai Lilin, Moni Ovadia, Franco Rella, mons. Vinicio Albanesi, Giuseppe Frangi e Ascanio Celestini.