29 progetti finanziati dalla misura 16.1 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020

JESI (AN) – Coltura del luppolo, della canapa e del baco da seta; innovazioni tecnologiche per l’agricoltura di precisione; agricoltura sociale e attenta agli aspetti ambientali: sono alcuni dei 29 progetti presentati al JCUBE di Jesi, e a finanziarli sarà la misura 16.1 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020. Un totale di sessanta progetti presentati nell’ambito dell’innovazione in agricoltura, spaziano dalla diffusione di colture poco diffuse o totalmente nuove, all’agricoltura sociale e ai sistemi di produzione senza antibiotici fino alla cura del benessere degli animali.

Numeri sicuramente importanti e che il vice presidente della Regione Marche Anna Casini, presente all’incontro, interpreta come un volano capace finalmente di ridare slancio all’agricoltura attraverso l’innovazione, innovazione di cui il settore primario avverte forte bisogno, rilanciarsi grazie alle nuove tecnologie e all’ammodernamento delle tecniche produttive, senza però dimenticare i valori della tradizione come genuinità, qualità e tipicità, tiene a precisare la Casini.

Merito del successo dell’iniziativa è probabilmente da ascrivere al progetto “InnovaMarche”, partito nella scorsa primavera e capace di promuovere durante le cinque giornate informative, condite da ben seicento persone, diciassette tavoli di discussione, incontri tematici e di avviare una piattaforma per l’innovazione.

Grande cura è stata rivolta alla presentazione dei ventinove progetti ammessi al finanziamento, curata dall’Assam in collaborazione con la Regione Marche e le organizzazioni agricole, arricchita da percorsi di animazione capaci di illustrare in modo chiaro i progetti ammessi e stimolare l’interesse negli stessi.

Adesso l’obiettivo è restituire linfa ad un settore in difficoltà innovandolo senza stravolgerlo: ammodernare nel segno della tradizione, parafrasando le parole della vice presidente Casini.

CONDIVIDI